Blocchi su pareti rocciose

Avendo nel proprio organico un accademico del C.A.I. con conseguenti contatti con gli alpinisti che si sono dedicati ai lavori su pareti rocciose, la Tecnomine è leader anche nel settore dell'abbattimento di massi pericolanti su pareti rocciose: pur trattandosi tutto sommato di una normalissima frantumazione di roccia che molti fochini/rocciatori sarebbero in grado di effettuare, molto spesso la presenza di strade, ferrovie e case sottostanti impongono un'accurata progettazione della volata con particolare riguardo alla pezzatura di risulta ed alla disposizione dei ritardi per orientare la caduta del materiale nella direzione più opportuna. Inoltre, nel caso di blocchi non totalmente separati dal massiccio retrostante, vanno spesso utilizzate tecniche particolari per evitare di pregiudicare la stabilità del massiccio a monte.

Tra gli innumerevoli lavori in parete lungo tutto l'arco alpino per Amministrazioni Comunali, Provinciali e Regionali, per l'ANAS, per le Ferrovie ecc., citiamo:

Questo sito web utilizza i cookies per agevolare la navigazione.

Continuando acconsenti alla nostra Cookie policy. Altro

Approvo

Frana di Carema (TO) con eliminazione di un pilastro di 1600 mc. di micascisto in fase di slittamento.

Blocco di 3.800 mc. incombente l'abitato di San Nazario (VI).

Frantumazione masso instabile di 400 mc. in somma urgenza per la riapertura della Gardesana Occidentale.

Ancoraggio con funi d'acciaio e successiva perforazione e brillamento di masso pericolante sulla S.P. Storo - Bondone (TN).

Particolare citazione merita il brillamento di un blocco di 8000 mc. sul lago d'Iseo che, superando la soglia dei 5.000 mc., ha imposto la procedura prevista dalla legge per le cosidette "varate": imponente l'onda creata nel lago ma il ponticello sottostante ha retto grazie al materiale proiettato per quanto possibile verso l'esterno nonchè a sinistra e a destra con un'opportuna disposizione dei ritardi.

Particolare citazione meritano due recenti lavori in Val d’Aosta su incarico della Regione :

  • Demolizione di un masso di 3.000 mc sovrastante l’abitato di Arnad;
  • Demolizione in alta montagna di un masso di 2.100 mc sovrastante l’abitato di Gressoney.

GUARDA IL VIDEO

Frantumazione pilastri rocciosi pericolanti sovrastanti l'abitato di Entreves - Frana Mont de La Saxe - Courmayeur (AO).

GUARDA IL VIDEO

Demolizione masso ciclopico di oltre 1.000 mc, sovrastante la strada tra Sestri Levante e Moneglia (GE).

GUARDA IL VIDEO